Crea sito

Artisti di strada. Cooperazione.

Collaborare, non spararsi addosso

Artisti di strada. Collaborare, non spararsi addosso:
http://www.federicoberti.it/gli-artisti-di-strada-modello-cooperativo/

Siamo proprio sicuri che mettersi a suonare per la strada a cinquanta metri da un altro artista non danneggi noi stessi, oltre che lui? Quali sono le nuove frontiere del busking? E' possibile tornare al modello cooperativo di Piazza Marino e della generazione di cantastorie degli anni '30-40? L'individualismo paga davvero? Come ottimizzare la vendita di pubblicazioni come Cd, opuscoli, libri o altri prodotti dell'ingegno? E' possibile unire in un solo spettacolo molti artisti per decongestionare la piazza, unendo le postazioni per non disperdere il pubblico? Quali le accortezze da adoperare? Quali gli errori da evitare? In questo articolo viene data una risposta alle domande che assillano gli artisti di strada in un momento storico di grande tensione a ogni livello, con le istituzioni, coi cittadini, fra gli stessi buskers.

 

Nel video qui sotto, un classico artista superuomo, il faraone Beppe Maniglia recentemente scacciato da Piazza Maggiore a Bologna. E' stato un precursore dell'individualismo mercantilistico, il sequestro della sua leggendaria motocicletta segna la fine di un'epoca o è soltanto un regolamento di conti cogli altri buskers che volevano prendere il suo posto? Gli artisti di strada sono tutti uguali?  Leggi qui per trovare le risposte a queste e altre domande:

Artisti di strada. Collaborare, non spararsi addosso:
http://www.federicoberti.it/gli-artisti-di-strada-modello-cooperativo/