Crea sito

MAZURKA DEL NONNO
Di Giuliano Piazza, canta Federico Berti

Lo scandalo Hollande

LA VITA PRIVATA DEI POLITICI

Un politico deve rispondere anche del suo privato, qualcosuccia di peccati veniali andrebbe pure bene ma così in faccia a tutti non si può mica, tu dai l'esempio e figurati che possono fare quegli altri! Perché non dicono quanto pigliano al mese? Perché si mettono vergogna. Quello che ha comperato tre palazzi a Roma, almeno che dia il buon esempio, non dico altro. L'unica cosa forte che il popolo ne ha bisogno sono gli esempi, ma buoni. Questo si cerca di dire. 

CI SONO PERSONE CHE SI LASCIANO INFLUENZARE.

Tu hai visto Berlusconi che ha messo in piazza le sue donne, com'è finito? Se invece si comportava come un uomo per bene, doveva sforzarsi a contenersi. Non è mai stato per bene, però finché non è entrato in politica non interessava a nessuno delle sue scappatelle; non vedi com'è finito male, coi festini che faceva. L'hai visti? Comportandosi così potrebbe contagiare altre persone, dicono: "Lo fa lui, lo potrò fare anch'io!". Non tutti, ma insomma... Se uno ha un buon sentimento non lo farà, però ci sono persone che si lasciano influenzare. Per esempio, se uno di noi fa qualcosa di male io potrei seguirlo, se sono più debole e mi lascio trascinare, oppure rimango forte e faccio di testa mia. 

... TANTO IL MALE PORTA MALE.

C'è anche però chi pensa diversamente: quello che importa è la politica, poi se uno ha l'amante nella vita privata a noi cosa ce ne frega? Si dice che un padre di famiglia, se ha tanti figlioli e ha fatto quello che ha fatto, è uno sciagurato: ma il politico?  E' diverso se fa l'ingegnere, o l'architetto, o il muratore, loro non c'entrano perché non hanno bisogno di dare l'esempio alle persone, qualcuno dice.  Ma il discorso non mi torna, sono sempre cattivi esempi che si danno. Perché non imparano la lezione da Mussolini, che hai visto il disastro com'è finito? Tanto il male porta male! 

VOGLIONO GUIDARE UN POPOLO E NON SANNO CONTROLLARSI.

Prima si sapeva di meno certe cose, tu pensa a Mina che quando fece il figlio con Corrado Pani era vergogna e per un pezzo è stata senza cantare alla televisione, cioè faceva i dischi ma non appariva più. Tutto censurato. Anche le Kessler che ballavano colla calzamaglia per non far vedere il pancione, ora vanno nude con un pezzettino che gli para appena il sedere, non potrebbero più! Johnny Dorelli è stato dodici anni con Catherine Spaak, però tu non lo sapevi subito, lo sapevi dopo. Anche i politici, c'era sempre chi chiacchierava, o anche se avevano l'amante non è come ora che c'è su tutti i giornali, lo tenevano un po' più per sé; forse si seguiva anche un po' meno noi, perché la televisione non c'era. Ma poi erano proprio delle persone diverse, un altro modo di vivere, insoma gira la ruota si ritorna sempre da capo. Per esempio Mussolini si sapeva che faceva brutte cose, anche lui nella sua vita privata sbagliava. Ammazzò persino il genero, ma che hanno nella testa? Vogliono guidare un popolo, che pensano solo al sesso. E Coppi? L'amante bianca nessuno sapeva chi era ma lui ci ha fatto un figliolo, questo si sa.  Lei aveva marito e un figlio, lui moglie e una bambina, ma che si scherza davvero? Io non starei a giudicare gli artisti  perché quelli sono liberi, non si può non hanno mica da dare l'esempio al popolo. 

TUTTI DEVONO DARE IL BUON ESEMPIO

Però tutti dovrebbero dare un esempio di dignità, chi è al pubblico, qualsiasi anche il cassiere del supermercato, ogni persona se fa una cosa fuori legge, fuori regola, non dà il buon esempio e perciò il danno è doppio. Allora bisognerebbe indagare anche nelle famiglie. Tu vedi il Papa sta convertendo tante persone solo comportandosi lui da persona umile, s'è dimostrato più coerente nelle cose che fa, la vita non in Vaticano, viaggia con una macchina semplice, non ha voluto nemmeno il crocifisso e l'anello d'oro. Andreotti quand'era libero dal lavoro prendeva la moglie e i bambini, andavano ai giardini e conversava con tutte le persone, era una persona intelligente, lui un dottore e tutti gli volevan bene; non parlo di quand'era vecchio e indagato, ma da giovane, salutava e parlava con tutti. Mi ricordo il sindaco di Firenze negli anni '50, si chiamava La Pira e viveva a San Marco nel convento dei padri domenicani, lui ha vissuto sempre lì fino alla morte: ho visto il funerale in piazza a Firenze. Lasciamo perdere i santi in terra, che ora saranno diventati santi pure in cielo come Madre Teresa, Gandhi e Padre Pio.  Penso a Che Guevara che rifiuta le scarpe nuove per andare a parlare col presidente U.S.A., praticamente una rivelazione del cielo! Chissà quanti santi c'è nel mondo che non si conoscono.

FORSE TI PUO INTERESSARE: