Crea sito

1. Non sono mai stata fedele.

Io non sono una fedele. Mica per scelta, per natura. Sono fatta così. Pane quotidiano. Me l'amore piace in tutte le salse, prima e dopo i pasti, perché no pure durante. Crepi l'avarizia. Mentre vien su il caffè. L'amore fa bene. Distende la pelle, previene le rughe, fa passare l'orticaria. Aiuta la digestione, concilia il sonno. Lo dico tanto è la verità: non sono una fedele. Però uno all'altezza fatico a trovarlo... Volo, volo, volo. Mi volto alla terza prilla, il poveretto è già lì agonizzante colla lingua viola e la mano stretta in un rantolo. Chiede pietà. Lui. Ma a me chi ci pensa? Questi maschietti s'imbrogliano col motorino d'avviamento. Per loro basta girar la chiave, spingi qua struscia là... Tesoro hai controllato il livello dell'olio? Mi va in blocco l'ingranaggio, cretino. Si vede che la mamma non t'ha detto niente. Io non sono una fedele, o meglio non lo sarei: pene d'amor perduto, mettiamola così. E allora mi esprimo al meglio nel sogno, Morfeo ha carta bianca. Niente censure, per chi poi? Uno due cinque sei  cavalieri crociati sul cavallo bianco. Lancia in resta, mi coprono di fiori. Diciamo che mi coprono. Di baci, di carezze. Il bello dei sogni è che posso immaginarmeli come li voglio io, la forma esatta precisa al millimetro, al centimetro. Al metro, valà. Quello biondo, quello moro, quello rosso. Te laggiù prendi ancora un paio di chili e quando torni porta un'amico. Dormire... Sognare... Io non sono una fedele, riposo da sveglia. La mattina vengo qui li racconto al mio tato, che alza gli occhi al cielo. Si fa il segno della croce, poi mi dà i numeri. 25, l'uovo. Occhio alla natura. 60, la serratura. Anche le porte hanno orecchie. 38. La sega. Stendiamo un velo pietoso. Mi chiamo Stefania, per gli amici la zoccola. Sono vergine. Di corpo. Maiala nel cuore. Giovanotto può mica giocarmela, questa terna? La ruota faccia un po' lei guardi, non ce l'ha quella del Pavone? Per me è indifferente. Roma, Firenze, Napoli, Milano. Mi conoscono ormai. Sogno tutte le notti, gioco tutti i giorni. Ogni volta un bar diverso. Raccontarveli poi è la cosa più divertente, perché i sogni sono contagiosi e lo so già che a forza di sentirmi, anche voi comincerete a pensarmi. A fantasticare. Uomini e donne, sono la vostra Stefania, per gli amici la zoccola. Fedele solo al mio angioletto colla freccia. A presto, cari. Se avete un dubbio scrivetemi, senza fretta rispondo a tutti. Ourevoir...