Crea sito

MAZURKA DEL NONNO
Di Giuliano Piazza, canta Federico Berti

AA.VV. - Vogliamo dare a Matteo Renzi, qualche consiglio dove prendere i soldi per risollevare l'Italia. Una proposta gli hanno fatto di tassare quei film a luci rosse, che è pieno Internet e poi riaprire le case di tolleranza, che la legge Merlin le aveva chiuse ma sarebbe bene rimetterle: il mio figliolo gli è toccato di vendere la casa perché non si poteva più uscire di notte,  mio nipote vedeva tutto dalla terrazza. Per non parlare di quando gli rompevano il vetro  da portare via la radio.

Ci vorrebbe una legge che le levassero tutte dalle strade, per loro stesse e per tutti. Anche gli uomini con poco giudizio che ci vanno, possono prendere le malattie: una persona seria coi piedi in terra non va colle disperate. Bisognerebbe certo essere sicuri di queste cose, prima di dirle in piazza: allora ti affacci dalla finestra, tu lo vedi; le leverei anche dalle case, ma che siamo carne da vendere? Una donna che vende se stessa? Il nostro corpo è sacro! Leviamo tutto questo sudiciume, c'è tanti lavori umili! Le ragazzine minorenni vanno a prenderle anche a scuola, gli dicono: “Ti compro gli stivali”. Ora la mamma di una è in prigione, che diceva: “Vai, vai, c'è da pagare l'affitto”. Ma in via Parioli, una strada per bene! Alessandra Mussolini che ha tanto detto e parlato, proprio suo marito faceva questo porcaio. 

Forse Renzi modificherà anche le scuole, ho molta fiducia in lui perché è giovane, svelto e intelligente. Però l'argomento delle case di tolleranza è molto spinoso, perché  istituzionalizzare lo sfruttamento è una cosa delicata. Daccordo, ma se poi va sotto il ponte qui dietro e fa la solita vita, non è uguale? Anzi è peggio, ecco perché c'è più malattie! Io penso, poi non lo so. Quando c'eran le case chiuse queste ragazze avevan la sua camera, il suo bagno per lavarsi, per pulirsi, il dottore veniva a visitarle, uno stipendio regolare, invece per la strada è un brutto ambiente. Pagavan pure le marchette della pensione, ora invece le spremono ben bene e poi le lasciano là, senza nemmeno una previdenza, sempre che arrivano alla vecchiaia perché molte le ammazzano prima.

Un altro sistema è la lotta all'evasione e le pensioni d'oro dei politici,  che sono comprati un sacco di case; ho letto qualcuno di loro si lamentava che quatromila eruro il mese non gli bastava, andiamo bene noi con seicento euro! Ma ora ci stanno guardando a quello, non c'è bisogno che glie lo diciamo; un altro giro d'affari miliardario è il gioco d'azzardo, le scommesse all'ippodromo, quando vanno al casinò, hai visto quel cantante, come si chiama? Pupo, si giocò tutti i soldi, lo salvarono Morandi e Celentano, pagarono i debiti e gli dissero: “Non giocare più!”, lui non ha più giocato. Quelle cassette al muro, come si chiamano? Slot-machine, si potrebbero tassare di molto, dice sono anche nei bar, ma è vero? Combattere la malavita organizzata che sta dietro alle scommesse clandestine. Un'altra cosa è l'alta moda, quei vestiti che costano milioni, ma chi se li mette?

Io ero a Viareggio mi ricordo Claudio Villa battezzò la sua colla bottiglia, non andai a vedere però; i viareggini vennero, contenti perché lo fece proprio lì, ma non era chissà che grande, E quello che ha la casa, la villa e l'albergo in Africa, come si chiama? Porca miseria non mi viene in mente! Lui ha sposato una ragazza della televisione, non so se l'hai capito chi è. Prima aveva anche le automobili, faceva le corse quando c'era il campionato. Lui può dire: “Io mi compro il che mi pare!”, però questo signore che ha tanti soldi poi dovrà dimostra anche dove li ha presi. Quell'altro che sposò la cantante lirica? Onassis, era pieno di barche, mezzo mondo era suo quand'è morto. Sposò la moglie di Kennedy che lui era già vecchio e lei giovane, sul contratto di matrimonio c'era scritto che non poteva entrare in camera della moglie se lei non lo decideva. Per esempio, la Marini ha sposato un miliardario. Come diceva quella parabola del Vangelo? E' più probabile che un cammello passi per la cruna di un ago, piuttosto che un ricco entri nel regno dei cieli. Io non li giudico, se hanno i soldi meglio per loro, basta che paghin le tasse.